sabato 14 luglio 2007

LA FATWA A GENTILONI




Scomunicato.
così si è detto Paolo Gentiloni alle accuse rivolte da Beppe Grillo dalle pagine del suo blog.
La cosiddetta fatwa che invoca a gran voce il ministro non è altro che una parte del risentimento che provano gli italiani per chi, essendo pagato per fare certe cose non le fà.
questa a casa mia si chiama NEGLIGENZA.
Caro ministro Gentiloni,lei sarà l'autorità più alta in italia per quanto riguarda le telecomuncazioni?
è tanto disdicevole far applicare una sentenza della corte costituzionale,del consiglio di stato e dell'unione europea?
Dobbiamo per forza continuare con quel carosello di rimpiattini sulle vostre responsabilità?
Le sentenze ci sono, e vanno applicate,altrimenti questo si chiama colpo di stato.
Cosa penserebbe se in seguito ad una sentenza io MI RIFIUTASSI di pagare il mio conto con la giustizia?
beh,a questo punto sarebbe opportuno che questo paese garantisca una cosa fondamentale:
che La legge valga per tutti.
Grazie

1 commento:

Ivo Grimaldi ha detto...

Vergogna !!! Che siate di sinistra o di destra è sempre la solita merda !!!! Fate sempre e solo i Vostri interessi, che tra l'altro non sono quelli dei Vostri "datori di lavoro" (gli elettori). Rete 4 deve sparire dalle frequenze terrestri!!!!
E poi... con sta cazzata del digitale terrestre: che se non paghi non vedi niente di interessante. La televisione DEVE essere LIBERA !!!!!!!
Io comunque sono così tanto schifato della televisione italiana in generale, che guardo solo le tv gratuite straniere on-line e le interviste del blog di Beppe Grillo (quel signore che voi politici continuate ad screditare quando vi punzecchia su temi importanti).